sabato, luglio 08, 2006

A volte le indagini ritornano..



Un ciclone furibondo e inaspettato, ossia la furia dei giudici comunisti , si abbatte di nuovo sul povero Silvio.. Come se non avesse già abbastanza preocccupazioni con quegli ingrati della sua coalizione, ora che avrebbe potuto godersi il sole della Sardegna assieme alla sua famiglia ( mafiosa e non), arriva questo gup Paparella che lo rinvia a giudizio per la compravendita dei diritti televisivi mediaset, appioppandogli la solita sfilza di reati fiscali ( ma almeno senza l' imputazione di associazione mafiosa!). Per fortuna che il Nano ha il fedele confalonieri con il quale condividere questa triste esperienza frutto dell' ennesimo complotto bolscevico, e per fortuna il gup ha deciso di far cadere il pietoso velo della prescrizione per gli stessi reati commessi sino al 1997.
Come finirà questa volta? In caso di condanna, dobbiamo aspettarci uno scenario tipo finale de " Il Caimano", nonostante il Nano non sia più così invasivo, almeno all' apparenza, nel guidare le nostre coscienze? Secondo me, l' opinione pubblica resterà ancora una volta inerte.. Speriamo almeno che silvio si goda le vacanze..

1 commento:

Scalia ha detto...

Ciò che continua a stupirmi è la reazione dei compagni di partito e di coalizione di Berlusconi che usano parole a dir poco offensive verso la magistratura che porta avanti le indagini. Credo che si avvicini sempre di più il finale visto nel Caimano di Moretti... e la cosa mi preoccupa...ah se mi preoccupa...