martedì, giugno 12, 2012

In sur la sera di Giugno.

Nel paese della desolazione e della desertificazione umana, io scelgo di continuare a scegliere. Perciò spesso mi rinfranco con motteggi e cazzate a suon di musica. Mi spiace che non possiate ascoltarli, ma vi assicuro che Sprinsteen in confronto è un musico da parrocchia. A proposito di parrocchia, mi piacerebbe un sacco andarmi a confessare, l'ultima volta credo sia stato nell' 85 o giù di lì. Mi sono scordato dell'effetto che fa doversi vergognare e inorridire sotto il senso di colpa davanti ad un vecchio che puzza di vecchio che ti impartisce preghiere scelte a caso come ammenda.

Nessun commento: