giovedì, giugno 14, 2012

" Ti tengo d'occhio, bambino", disse il profeta strizzando l'occhio vigile e beffardo. Noi non potemmo far altro che annuire in silenzio, e constatare che non avevamo nulla da contrapporre a quella giullaresca verità. Così, mentre il Prof si allontanava fischiando come una sirena impazzita, rimanemmo in silenzio in attesa della prossima sigaretta, che ci avrebbe regalato un ulteriore attimo di fatale distrazione...

2 commenti:

seba ha detto...

http://www.dalleforestemessicane.com/

ciao sono sebastiano, siccome non ti ho trovato questa sera in linea ti incollo qua l'indirizzo di un blog che sicuramente ti interesserà dato il curatore... ciao

LeCannu ha detto...

Grande Seba!!! Ti vengo subito a trovare, un abbraccio! Come stai?