domenica, settembre 17, 2006

Sabato sera..


A volte i luoghi più banali possono risolvere una serata. Soprattutto quando la compagnia non ha bisogno di particolari contesti per dare il meglio di sé stessa.. E così, tra parole crociate insolubili e lezioni di storia impartite da un improbabile prof. toscano impersonato dal dottor sgamas, casa Le Cannù è divenuta per qualche ora un allegro simposio, tra brindisi a base di vino rosso e scatti fotografici con un assurdo cappello a due punte... Il resto è solo chiacchiare e distintivo...

3 commenti:

Kiki ha detto...

Le serate tra amici, in casa, sono quelle più semplici, più vere, più belle, in cui uno dà il "meglio" di sè!!
Io, al contrario, il sabato sera l'ho trascorso a letto, in preda ad una maledetta influenza!!
Speriamo nel prossimo weekend!!

Ciauz!

K.

LeCannu ha detto...

Si, credo proprio che non andrebbe mai perso il piacere di serate così intime e appaganti come poche...

Mi dispiace per la tua influenza, kiki, rimettiti! Consolati col fatto che il il tempo non è dei migliori per far due passi..

Ciao!!

Scalia ha detto...

Caro LeCannù... foto suggestiva, ma la bustina di tabacco da 12,5 grammi è veramente fuori luogo...
Comunque, ottima serata.